Traduzioni dall´ italiano al cinese

cinese


Siamo professionisti nelle traduzioni dall'italiano al cinese


A livello professionale e personale sono già tante le persone che hanno relazioni commerciali con aziende e fornitori cinesi. Anche nel settore del turismo vediamo che sono sempre di più i turisti cinesi che viaggiano per il mondo per conoscere altri paesi e altre culture, quindi la lingua cinese (mandarino) è sempre più diffusa. Ciò rende indispensabile avere un traduttore cinese.

Grazie alla nostra esperienza maturata negli anni, alla Cosmolingo possiamo offrirvi traduzioni di alta qualità dall’italiano al cinese. Possiamo fare affidamento su madrelingua cinesi specializzati in un particolare settore che traducono ogni tipo di testo in cinese mandarino o cantonese.


Con il nostro servizio di traduzione dall’italiano al cinese potrete comunicare con i vostri clienti e fornitori cinesi in modo efficace e preciso e senza che ciò comporti una difficoltà per voi. Contattateci, i nostri project manager saranno lieti di assistervi e di offrirvi un servizio su misura!


La lingua cinese


Nell'immaginario occidentale, la Cina ha sempre conservato il fascino dell'esotico e dell'ignoto. Nell'epoca della via della seta, immaginavamo persone strane con caratteristiche insolite e abitudini stravaganti che parlavano una lingua incomprensibile. Oggi, sappiamo che la gran parte di quegli stereotipi erano sbagliati. Tuttavia, alcuni aspetti artistici, filosofici e spirituali della cultura cinese, nelle sue diverse manifestazioni, continuano ad affascinare gli occidentali dei nostri giorni, anche se, attualmente, sono più vicini e riscontrabili nella vita quotidiana.


Il processo di apertura politica ed economica che ha coinvolto la Repubblica Popolare Cinese negli ultimi tempi, il consolidamento dei rapporti commerciali fra le nostre culture, insieme alla crescente importanza di alcuni aspetti sociali quali l'immigrazione, (in entrambi i sensi), l'adozione di bambini cinesi in Occidente e l'attenzione dedicata da tempo dai mass media, hanno contribuito a farci entrare in confidenza con le caratteristiche dei suoi abitanti, sebbene, in buona misura, tale attenzione derivi dalle controverse questioni politiche e umanitarie di cui siamo consapevoli, ma che non saranno affrontate in questa sede.


Ne deriva che, migliaia di persone in tutto il pianeta hanno mostrato un grande interesse nei confronti della lingua più parlata del mondo (ha superato l'inglese e lo spagnolo e qualora le valutazioni risultino attendibili, il numero dei parlanti sarà destinato ad aumentare in futuro) che ha esercitato un'influenza tangibile sulle altre lingue vicine come il giapponese e il coreano. Nonostante ci costi ammetterlo, gli studenti stranieri affermano che il cinese è una lingua relativamente più semplice della nostra.


D'altro canto, dal nostro punto di vista, il cinese parlato presenta numerose difficoltà legate all'assenza dei generi, delle forme plurali, delle inflessioni verbali e delle concordanze (alcuni di questi aspetti sono simili al giapponese, come vedremo nel testo corrispondente). In questo modo, la posizione occupata dalle parole all'interno della frase ne determina le relazioni, aspetto chiave per il successo della comunicazione in questa lingua.


La scrittura cinese si basa su un alfabeto nel quale i diversi caratteri rappresentano parole monosillabe o morfemi di parole più lunghe. Esistono forme semplificate o tradizionali di scrittura nelle diverse aree geografiche, a causa dell'alto livello di analfabetismo presente in passato. Questa è la ragione per la quale la scrittura continua a essere considerata come un'arte raffinata non alla portata di tutti.


Certamente, la lingua, la cultura e lo stile di vita cinese sono questioni più complesse che, questa sede, preferiamo non affrontare. La Repubblica Popolare Cinese è il paese più esteso dell'Asia, quarto nel mondo per la sua estensione (confina con almeno 14 paesi) ed è anche il più popolato del pianeta, con oltre 1.300 milioni di abitanti. Logicamente, in essa confluiscono circostanze geografiche, etniche, economiche, religiose senz'altro peculiari e in grado di distinguerla dal resto delle nazioni del mondo.

Infatti, all'interno di questo scenario eterogeneo, convivono religioni molto diverse come il taoismo, strettamente connesso al buddismo di origine indiana, l'islamismo e il cristianesimo, soprattutto cattolico. Esistono anche più di 50 gruppi etnici riconosciuti e persino sette gruppi linguistici regionali distaccati; infatti, alcuni di questi gruppi non riescono a comprendersi e altri, essendo in minoranza, sono destinati a scomparire in pochi anni. Dobbiamo stare attenti quando facciamo riferimento ai diversi dialetti cinesi, perché, in questo contesto, alcuni termini possono rivelarsi troppo generici o equivoci. I principali sono il cantonese e il mandarino, quest’ultima facente parte delle sei lingue ufficiali dell'ONU, parlata da quasi un miliardo di persone.




Preventivo